sedia moderna / in tessuto / in ghisa di alluminio / grigia
THE BA3

Aggiungi ai miei preferiti MyArchiExpo
Aggiungi al comparatore Rimuovi dal comparatore
sedia moderna sedia moderna - THE BA3
{{requestButtons}}

Caratteristiche

  • Stile:

    moderna

  • Materiale:

    in tessuto, in ghisa di alluminio

  • Colore:

    grigia

Descrizione

Il BA3 era la prima progettazione di Ernest Race per la mobilia della corsa. In primo luogo esibito “alla Gran-Bretagna può rendergli” una mostra di 1946, la progettazione ha ricevuto una medaglia d'oro a Milan Triennale nel 1954. Per volta delle risorse limitate, il processo di fabbricazione BA3 era rivoluzionario ed ha usato i materiali salvati, compreso alluminio rimaneggiato dagli aerei e dalla tappezzeria ridondanti dal tessuto leggero riciclato dell'anatra del cotone di RAF. Gli esempi iniziali del BA3 sono su esposizione a MOMA a New York e Victoria & Albert a Londra.

Con l'ingegneria delle conoscenze di Ernest Race e del suo partner Noel Jordan, il BA3 si è trasformato in in una delle prime sedie prodotte in serie del mondo. Dal 1945 al 1964 oltre 250.000 SEDERE le sedie sono state prodotte da 850 tonnellate di residuo di alluminio ri-fuso. Nel 1947, il legno era leggermente più abbondante ed il BA2 con uno schienale dell'impiallacciatura è stato presentato.

I nuovi mobili metallici sono stati ricevuti molto bene ed uno dei primi ordini ha incluso 1.500 sedie e tavole per le truppa-navi che stavano portando i meccanici a casa smobilitati. Uno dei punti di vendita per il settore di spedizione era che la sedia era forte e “sicura contro i segni di spunta, gli insetti, i lepidotteri, tutti gli estremi del clima – ed il trattamento” (costruzione di nave & annuncio di spedizione 1957).

Nel 1951 il BA3 era una di tre sedie della corsa scelte per il festival del sito di mostra della Gran-Bretagna.

Il BA3 ancora è fabbricato dalla mobilia della corsa, l'appello duraturo di questa sedia iconica è illustrato dalla sua presenza in ristoranti, in posti di lavoro e nelle case attraverso il mondo.

Traduzione automatica  (Visualizza il testo originale in inglese)